Ricetta tipica cagliaritana: burrida

Burrida. Ricetta tipica Cagliaritana del Gattuccio di Mare

Oggi presentiamo questo piatto tipico Cagliaritano: Sa Burrida. Una preparazione particolare del Gattuccio di Mare che lo valorizza, diversamente il gattuccio è decisamente un pesce duro e un po’ coriaceo. Questa ricetta è perfetta per inserirla negli antipasti.

Ricetta tipica cagliaritana: burrida
Ricetta tipica cagliaritana: burrida

Burrida Alla Cagliaritana (Sa Burrida A Sa Casteddaia)

Ingredienti:
per 6 persone:

1,5 Kg. di gattuccio di mare
100 g. di cipolle bianche
1 dl. di olio extravergine d’oliva
0,5 lt. di aceto di vino bianco
80 g. di noci sgusciate
2 spicchi d’aglio
Qualche foglia di alloro, sale e pepe

Preparazione:
Preparazione del pesce: lavare e spellare il gattuccio di mare, svuotarlo dalle interiora e recuperare il fegatino, che servirà per la preparazione della salsa, quindi tagliare il pesce a piccole trance e versarlo in acqua bollente salata; quando l’acqua riprende a bollire ed il pesce ha cambiato colore, si scola e si lascia raffreddare.

Preparazione della salsa: mondare le cipolle e farle rosolare in un tegame con l’olio, aggiungere il fegatino del gattuccio di mare, dopo averlo tritato, e far soffriggere ancora un po’l’intingolo. A parte, con uno sminuzzatore o nel mortaio, tritare finemente le noci e l’aglio (alcuni uniscono anche il prezzemolo e una manciata di pinoli), e aggiungerle all’intingolo, far continuare la cottura a fuoco lento per alcuni minuti, rimestando continuamente la salsa affinché il tutto si amalgami per bene.

Versare, quindi l’aceto e far sobbollire ancora il tutto per un altro paio di minuti. In una terrina versare sul fondo uno strato di salsa ben calda e disporvi sopra le trance di gattuccio guarnite con delle foglie di alloro, ricoprire con un altro strato di salsa ben calda, continuare nella formazione degli strati alternando gli ingredienti come prima; coprire la terrina con un coperchio, attendere che il tutto si raffreddi e conservare in frigorifero per almeno 24 ore prima di servirlo.

Abbinamento vini:

un piatto che contiene aceto è sempre un po difficile da abbinare. Fortunatamente in Sardegna abbiamo una certa quantità di vini che ci permettono di trovare un ottima soluzione al problema. Sa Burrida è un piatto di una certa untuosità, grasso e succulento che necessita di caratteristiche del vino che siano alcooliche e tanniche, o di effervescenza e quindi ben si addicono ad un vino rosso strutturato (Monica, Carignano del Sulcis, etc..), oltre a Bollicine (Torbato Brut) o Vermentini (Giogantinu Docg) a alto grado alcoolico.

Per chi vuole approfondire il discorso dell’abbinamento cibo-vino, sto lavorando ad un articolo per facilitare l’approccio al mondo Sommelier.  Presto pubblichero’ una delle mie Schede Fis o Ais per districarci sui termini da Sommelier e come creare un abbinamento perfetto.  P.R.

3674 Totale 11 Visite oggi
Share

Lascia un commento