Spiaggia Maimoni Cabras Sardegna

Spiaggia Maimoni a Cabras

Spiaggia Maimoni a Cabras

Devo dire che questa spiaggia mi ha fatto un pò penare per trovare una giornata soleggiata per degli scatti interessanti. Il 10 settembre 2015 dalle ore 10 alle 13 sono riuscito finalmente a fare qualche scatto. La Penisola del Sinis che ha caratteristiche uniche del genere, la spiaggia di Maimoni è ricercata e molto apprezzata come Is Arutas e Mari Ermi, spiagge fantastiche dalla sabbia granellata composta da quarzo bianco ed inserti colorati.

Se potete, visitatela perchè merita davvero tanto.

 

Spiaggia Maimoni Cabras Sardegna
Spiaggia Maimoni Cabras Sardegna

[Voti: 5    Media Voto: 5/5]

Qualche informazione sul Sinis raccolta da wikipedia:

Il Sinis è una penisola della Sardegna centro-occidentale che si trova fra la baia di Is Arenas a nord, ed il Golfo di Oristano a sud. Nel mare ad ovest della penisola si trovano l’Isola di Mal di Ventre (isula de Malu Entu in lingua sarda) e lo Scoglio del Catalano (Su Cadelanu in sardo).

La penisola del Sinis si estende in direzione nord-sud da Capo Mannu fino a Capo San Marco, per una lunghezza di circa 19 km e in direzione ovest-est dal Mare di Sardegna fino allo Stagno di Cabras, per una larghezza che varia da 5 a 8 km. A precisare meglio il confine orientale si può considerare a nord (tra Is Arenas e lo Stagno di Cabras) la linea tracciata tra la parte più settentrionale dello Stagno di Cabras e il canale di sbocco al mare dello Stagno di Is Benas, a sud (tra lo Stagno di Cabras e il Golfo di Oristano) il canale scolmatore che collega lo Stagno di Cabras al mare attraverso lo Stagno di Màrdini.

Geologicamente il Sinis è per la maggior parte un’area alluvionale ricolmata dai sedimenti provenienti dall’erosione del vicino Montiferru. la raccolta di detriti ha portato ad unire alla terraferma le zone più a nord-ovest e a sud-ovest della penisola che erano quasi sicuramente degli isolotti separati dalla Sardegna. A testimonianza di questo antico arcipelago è presente, a poche miglia marine ad Ovest del Sinis, la minuscola isola di Mal di Ventre o “malubentu”in sardo

Morfologicamente il Sinis è composto da due zone:

  • una parte pianeggiante, che si estende soprattutto nella parte orientale e settentrionale, caratterizzata dalla presenza di numerosi stagni e paludi.
  • l’altopiano, nella parte centro-meridionale della penisola, raggiunge una massima elevazione di oltre 90 metri con una media di circa 60 metri.

Vi sono inoltre alcune zone collinari singole quali: la penisola di Capo S. Marco, le colline ove sorge l’antica città di Tharros, il Monte Trigu e la zona attorno a Capo Mannu, con terreni basaltici.

La costa si presenta rocciosa nella parte meridionale intorno a San Giovanni di Sinis, procedendo verso nord diventa dapprima sabbiosa (spiagge di Punta Maimoni, Is Arutas, Mari Ermi) quindi, procedendo ulteriormente verso nord, risulta caratterizzata da alte falesie fino a Capo Mannu. Subito sotto Capo Mannu si apre la Cala Saline con la Salina e la spiaggia di Putzu Idu.

8862 Totale 8 Visite oggi
Share

Lascia un commento